Nonostante il modello OT/24 sia stato sostituito dal nuovo modello OT/23, rimane invariata la scadenza della presentazione, prevista per il prossimo 29 febbraio 2020.

Il requisito base per poter accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è rappresentato dall’avere effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza sul lavoro nell’arco dell’anno solare 2019, in aggiunta a quelli previsti dalla cogente normativa D.Lgs.81/08 e smi.

Nel nuovo modulo l’Inail indica e predefinisce le azioni e i miglioramenti considerati validi al fine della riduzione.

Gli interventi sono articolati in 5 sezioni e sono distinti in:

  • interventi di carattere generale (A);
  • interventi di caratteri generali ispirati alla responsabilità sociale (B);
  • interventi trasversali (C);
  • interventi settoriali generali (D);
  • interventi settoriali (E).


Ad ogni intervento migliorativo viene assegnato un punteggio. Per poter accedere alla riduzione del tasso occorre che la somma dei rispettivi punteggi sia pari ad almeno 100 punti.

Per raggiungimento della soglia di riferimento (100 punti) è possibile selezionare interventi di qualunque sezione del modello, ad eccezione di quelli riferiti alla responsabilità sociale delle imprese (sezione B) in cui la soglia del punteggio massimo deve essere raggiunta senza ulteriori cumuli.

Novità:

All’interno del nuovo modello OT23 sono da segnalare l’introduzione di alcuni nuovi interventi di miglioramento come quelli previsti nella sezione C. Queste ultime si riferiscono al reinserimento lavorativo di dipendenti affetti da disabilità da lavoro, alle modalità del servizio di trasporto da casa al lavoro per i lavoratori in orario notturno, e alla realizzazione di interventi per contrastare il verificarsi di rapine.

Nonché l’adozione delle prassi di riferimento Rsi per l’edilizia e l’artigianato.

Sarà possibile presentare la domanda esclusivamente per via telematica scaricando e compilando il modulo direttamente dal sito www.inail.it e accedendo ai servizi on-line, corredando la documentazione probante.