La legge 205/17, prorogando a fine 2018 la piena operatività del SISTRI, ha confermato l’obbligo della presentazione del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) anche per quest’anno.

La scadenza è prevista, come di consueto, per il 30 Aprile.

Il modello, approvato dal D.P.C.M. del 28 dicembre 2017, cambia volto rispetto a quello confermato negli scorsi tre anni.

Presenta alcune novità ed è articolato in una sezione anagrafica (composta dalla scheda SA1 e scheda autorizzazioni) e da sei comunicazioni (Rifiuti; Veicoli Fuori Uso; Imballaggi; Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche; Rifiuti Urbani; Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche).

CHI DEVE PRESENTARE LA DICHIARAZIONE relativa alla COMUNICAZIONE RIFIUTI

Rimangono invariati i soggetti obbligati alla comunicazione:

  1. Produttori iniziali di rifiuti:
  • Pericolosi
  • Non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, se il produttore ha più di 10 dipendenti;
  1. Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti;
  2. Soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti ,
  3. Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

La presentazione delle dichiarazioni alla Camera di Commercio rimane invariata e deve quindi avvenire per via telematica.

I soggetti dichiaranti debbono dunque essere in possesso di un dispositivo contenente un certificato di firma digitale valido al momento dell’invio.

Le aziende di consulenza possono inviare telematicamente i MUD compilati per conto dei propri clienti, apponendo ad ogni invio la propria firma elettronica sulla base di espressa delega scritta.

Si ricorda infine, come ormai da anni, che per le aziende, che provvedono in maniera autonoma allo smaltimento dei propri rifiuti speciali e pericolosi, i Comuni prevedono possibili agevolazioni sull’applicazione della TARI.

Contatti utili per info: tel 0575/294476 email info@servizisrl.net