Il 3 maggio è stata firmata dal Presidente della Regione Toscana l’Ordinanza n.48 del 03/05/2020.
Quest’ultima va a sostituire la precedente Ordinanza n.38, definendo le misure di contenimento da applicare sulla diffusione del COVID-19 negli ambienti di lavoro.

In relazione al Protocollo del 24/04/2020 condiviso tra Governo e Parti Sociali, la nuova ordinanza prevede alcuni nuovi adempimenti.
Di seguito i principali:

  1. Non vige più l’obbligo della distanza interpersonale di 1,8 metri, rimane solo consigliato. Con l’allineamento alle disposizioni del Protocollo nazionale, il limite stabilito è di 1 metro, al di sotto del quale è necessario l’uso di mascherine o altri dispositivi di protezione.
  2. Il limite di 1 metro vale anche nei locali mensa, nei quali è prevista la sanificazione ad ogni utilizzo del posto mensa.
  3. Non vige più l’obbligo, ma ne viene evidenziata la possibilità, della rilevazione della temperatura corporea e/o l’autodichiarazione per ogni lavoratore. Secondo quanto previsto dalle disposizioni nazionali rimane l’obbligo di restare a casa in caso di temperatura compresa o superiore a 37,5 e/o in presenza di sintomi influenzali.
  4. Per quel che riguarda la sanificazione degli ambienti di lavoro, rispetto al Protocollo nazionale, si fa riferimento alla frequenza giornaliera, concentrandosi sulle superfici toccate più di frequente (come porte, maniglie, tavoli, servizi igienici, ecc.).
  5. Rimane l’’obbligo della sanificazione periodica degli impianti di areazione secondo quanto disposto dal rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020°, qualora questi ultimi siano in funzione.

Rimane l’obbligo al datore di lavoro di redigere un protocollo di sicurezza anti-contagio da compilare on-line sul sito della Regione Toscana a partire dal 6 maggio 2020.
Per tutte le attività aperte alla data del 18 aprile 2020, per le quali non sia stato ancora trasmesso il protocollo secondo le disposizioni della precedente ordinanza, dovrà essere compilato il format on line entro la data del 18 maggio 2020. Per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura.
Per coloro i quali hanno già inviato il protocollo secondo le disposizioni della precedente ordinanza non devono compilare il format on line.